Cosa sono le bocche dell’estrattore di succo? Info

L’estrattore di succo è un elettrodomestico oggi abbastanza in voga che permette di spremere frutta e verdura in modo molto efficiente e pratico. È in grado di estrarre solamente la parte liquida lasciando invece da parte quella solida e ricca di fibre. È uno strumento perfetto per preparare degli ottimi succhi di frutta e di verdura e sono ricchi di vitamine e di nutrienti molto benefici da bere e che possono essere consumati in ogni momento della giornata. Il funzionamento di questo elettrodomestico è abbastanza semplice.

Effettua un lavoro lento e a bassa velocità che non determina un surriscaldamento eccessivo che andrebbe a eliminare i nutrienti presenti all’interno degli ingredienti. Per questo motivo gli estrattori non superano mai gli 80 giri al minuto. Il funzionamento di un estrattore è abbastanza semplice e si basa sulla presenza della cosiddetta coclea. Vuoi saperne di più? Non ti resta che continuare a leggere.

Estrattore di succo: cos’è e come funziona

Il funzionamento di un estrattore di succo non è molto complesso. Consiste in un lavoro lento a bassa velocità che non raggiunge temperature molto elevate. A differenza di ciò che accade con gli strumenti simili, come ad esempio i frullatori e le centrifughe, gli estrattori non superano mai 80 giri al minuto.

La loro rotazione pressa i cibi tramite l’uso di un filtro chiamato coclea. La coclea è un piccolo elemento posto al centro della parte inferiore dell’estrattore che ha lo scopo di far fuoriuscire il succo in modo naturale, dividendo il liquido dalla polpa, quella che comunemente viene chiamata scarto.

Il succo e la polpa vengono espulsi dall’estrattore attraverso due canali diversi, ovvero da una parte la polpa e dall’altra il liquido. È un apparecchio non particolarmente complesso, sia nell’uso che nel suo funzionamento. Gli scarti che vengono prodotti da questo elettrodomestico vengono poi fatti confluire all’interno di un apposito vassoio. Grazie all’uso di un estrattore puoi unire più tipologie di frutta e di verdura.

Bocche di estrazione: conosciamole meglio

Il funzionamento stesso dell’estrattore di succo prevede la presenza di più bocche di estrazione. Quando si parla delle bocche di estrazione di un estrattore di succo si fa riferimento in linea di massima a due tipologie, ovvero le bocche di estrazione destinate:

  • alla produzione del liquido;
  • all’estrazione degli scarti, tra cui la polpa.

Oltre a queste due bocche, un estrattore di succo è dotato naturalmente anche della bocca principale, ovvero quella posta nella parte superiore del dispositivo, da cui è possibile inserire gli alimenti per essere sottoposti al lavoro di estrazione di succo all’interno di questi macchinari. Di seguito cercheremo di analizzare le principali caratteristiche di queste bocche dell’estrattore per capire meglio il loro funzionamento e la loro utilità.

Bocca di inserimento degli ingredienti

Si tratta della bocca principale di un estrattore di succo. Di solito si trova nella parte superiore del dispositivo sia nei modelli orizzontali che nei modelli con struttura verticale. Questa bocca dell’estrattore svolge una funzione fondamentale da cui gli utenti hanno la possibilità di inserire interamente oppure a pezzetti in base alla grandezza della bocca stessa e al suo spessore.

Spesso questa bocca ha la forma di un classico tubo allungato dotato di un diametro sufficiente per poter inserire la frutta, se non intera, almeno a pezzetti. Spesso è consigliato tagliare la frutta che viene inserita all’interno dell’estrattore prima di inserirla all’interno del dispositivo stesso. In questo modo si può permettere un migliore lavoro di estrazione e l’estrattore potrà lavorare meglio per estrarre il nostro succo da bere.

Bocca di estrazione del succo

Questa è una delle bocche più importanti dell’estrattore da cui fuoriesce il nostro succo ricco di ingredienti, ottenuto dal lavoro della coclea che preme sulla frutta e sulla verdura che abbiamo inserito all’interno del dispositivo. Da qui è possibile ricavare tutto il succo ottenuto dall’estrazione degli ingredienti che possiamo raccogliere all’interno di un contenitore o di una borraccia che possiamo anche mettere in frigo.

Le dimensioni di queste bocche possono differire in base al modello di estrattore che si sceglie di acquistare. Queste bocche possono avere anche diametri diversi sulla base del loro livello di qualità generale. I modelli di maggiore qualità spesso dispongono di un tubo di estrazione più grosso. In questo modo è possibile ricevere una maggiore quantità di succo in minor tempo.

Bocca di estrazione degli scarti

Una delle bocche più sottovalutate di questi prodotti è quella dedita all’estrazione degli scarti. Gli scarti sono tutti quegli elementi che non sono funzionali alla preparazione del succo di frutta o di verdura. La polpa e tutti gli scarti vengono raccolti all’interno di un apposito contenitore che deve essere poi svuotato una volta che la sua capienza ha raggiunto il livello massimo.

Ricordati di non inserire troppi ingredienti al tempo stesso, stando attento a tagliarli abbastanza minuziosamente, senza appesantire troppo il lavoro della coclea. Se la coclea fa troppi sforzi, si potrebbero provocare dei malfunzionamenti e compromettere così il corretto utilizzo dell’estrattore.

Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro. Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole. Mi piace soprattutto recensire prodotti di uso comune e rendere accessibili i miei contenuti a tutti gli utenti.

Back to top
menu
Migliori Estrattori di Succo