Estrattori di succo dai 40 agli 80 giri: modelli, info, recensioni utenti e costo

Uno degli aspetti che pochissimi utenti considerano quando acquistano un estrattore di succo è quello dei giri del motore. Nella guida che segue vi parleremo nel dettaglio dei giri del motore e vi aiuteremo a scegliere una delle tipologie di estrattori più delicate tra quelle presenti in commercio. Buona lettura! 

“Giri”: che cosa sono?

I giri sono una misura che può essere applicata a qualsiasi tipo di motore: persino la vostra automobile ha un indicatore dei giri per minuto, sia che si tratti di una macchina elettrica, sia che si tratti di una macchina a combustibile fossile.

I giri sono la misura delle rotazioni al minuto compiute dal motore di uno strumento.

Un modo più formale di chiamare i giri è “frequenza”, nelle prossime sezioni della guida vedremo le differenze tra l’estrattore di succo a basse frequenze e l’estrattore ad alte frequenze.

Estrattori di succo ad alte frequenze

Le alte frequenze, nel mondo dell’estrattore di succo, sono rappresentate da un numero di giri al minuto pari o superiore a 100. Con l’aumentare del numero di giri, ovviamente, aumentano anche le rotazioni delle lame e il calore prodotto sia dal movimento che dalla corrente sfruttata dall’estrattore.

Gli estrattori di succo ad alte frequenze hanno l’incredibile vantaggio di possedere una vita interna in grado di compiere moltissime rotazioni, spremendo e la materia prima velocemente e, quindi, completando in fretta il proprio compito.

Estrattori di succo a basse frequenze

Gli estrattori di succo a basse frequenze, ovviamente, sono quelli che producono un numero di rotazioni al minuto minore di 100. In questo caso la vite interna dell’elettrodomestico ruoterà in modo relativamente lento, andando a creare un ambiente all’interno del quale l’utente può trattare anche le materie prime più sofisticate e delicate. 

Generalmente la grande maggioranza dei brand produttori indica, piuttosto che la frequenza, il wattaggio del motore di un estrattore di succo.  Ad esempio, un estrattore di succo con wattaggio minore di 60 watt è sicuramente a basse frequenze. 

Estrattori da 40 a 80 giri: costo

Gli estrattori di succo dai 40 agli 80 giri sono abbastanza popolari sul mercato e, per questo motivo, un utente può trovare dei prezzi ottimi sia negli shop online che negli shop fisici. Il prezzo minimo per un buon estrattore di succo dai 40 agli 80 giri è di 40 euro, mentre il prezzo massimo può arrivare anche oltre il centinaio. Sicuramente la fascia intermedia di prezzi è quella più conveniente, in quanto può presentare il miglior rapporto qualità prezzo.

L’acquisto è consigliato nella fascia di prezzo che va dai 50 ai 70 euro circa. 

Caratteristiche degli estrattori da 40 a 80 giri

I protagonisti della nostra guida sono gli estrattori di succo da 40 a 80 giri: questa tipologia di prodotti è, ovviamente, a bassa frequenza ed è alimentata da un wattaggio solitamente molto contenuto. 

Gli estrattori di succo da 40 a 80 giri sono prodotti molto popolari sul mercato, anche se spesso non vengono identificati con il nome che vi abbiamo indicato. I prodotti di cui stiamo parlando, infatti, possono essere identificati come estrattori lenti, estrattori a freddo, slow grinder e così via.

Esistono delle differenze tra gli estrattori da 40 giri, in più “deboli”, e quelli da 80 giri: principalmente i prodotti da 80 giri sono più rapidi a portare a termine il loro compito, ma generano una quantità di calore leggermente maggiore.

Perchè scegliere un estrattore a bassa frequenza

A questo punto un utente potrebbe chiedersi per quale motivo scegliere degli estrattori di succo dai 40 agli 80 giri: una domanda più che lecita a cui risponderemo in questa sezione della guida.

La bassa frequenza dell’estrattore ci permette di preparare degli estratti a temperatura ambiente, senza cuocere la materia prima e, quindi, conservando nel migliore dei modi l’aroma. In poche parole: i succhi estratti a bassa frequenza saranno più buoni e freschi.

 Un lato negativo dell’estrazione a bassa frequenza è sicuramente il tempo necessario per raggiungere un buon risultato: dato che la vite interna dell’elettrodomestico ruota ad una velocità minore, il tempo necessario per estrarre completamente il succo dalla materia prima è maggiore.

Brand produttori di estrattori da 40 a 80 giri

Quasi tutti i brand produttori di piccoli elettrodomestici per la cucina si sono buttati nel mercato degli estrattori di succo. Tra questi ovviamente una buona parte possiede nel proprio catalogo almeno un’opzione “a bassa frequenza”: Kenwood, Philips, Nutribullet e Amazon sono soltanto alcuni dei brand che ci offrono soluzioni da 40 a 80 giri.

Ovviamente vale la regola che si applica a tutta l’elettronica di consumo: i brand meno famosi sono più economici ma rischiosi, mentre i brand rinomati hanno prezzi più alti ma sono più affidabili.

Con questo ultimo paragrafo andiamo a concludere la nostra guida con tutto quello che c’è da sapere sull’estrattore di succo da 40 a 80 giri. Sperando di aver chiarito ogni dubbio su questo argomento abbastanza oscuro, vi ringraziamo per aver letto la nostra guida e ci auguriamo di rivedervi presto!

Gli estrattori di succo sono un metodo molto salutare per sfruttare la colture tipiche di un paese di campagna: mele, pere e così via!

Back to top
menu
Migliori Estrattori di Succo