Quali sono i migliori estrattori di succo? Guida all’acquisto

Un’alimentazione sana, passa anche da ciò che si beve. Con questo, si può certo affermare che la scelta di preferire ingredienti naturali per le nostre bevande è la soluzione ideale se si vuole evitare di introdurre, all’interno del proprio organismo, zuccheri in eccesso e sostanze poco raccomandabili. Parliamo infatti di bevande o succhi realizzati industrialmente che eccedono in conservanti o additivi. Ma come ottenere bevande salutari direttamente realizzate in casa?

L’utilizzo dei frullatori e delle centrifughe è ormai diffuso ampiamente. Questo perché con il semplice azionamento di un macchinario, sarà possibile gustare succhi di frutta o bevande vegetali, con la certezza di bere solo prodotti naturali al 100%. Uno in particolare, l’estrattore di succo, si è fatto strada tra i vari macchinari, perché? Quali sono le differenze e come fare a scegliere il miglior estrattore? 

Premesse

Nell’articolo a seguire, parleremo in modo approfondito delle caratteristiche che contraddistinguono un estrattore di succo da altri macchinari utili alla medesima causa. Come selezionare sul mercato il modello ideale per le proprie esigenze? Se anche voi desiderate ottenere bevande super salutari direttamente in casa, non perdetevi info e curiosità per una svelta vincente!

Estrattore di succo o centrifuga?

Chi non possiede nessuno dei due, potrebbe certo porsi tale quesito, trovando difficoltà a comprenderne le reali differenze. In realtà, tra i due macchinari, c’è una non indifferente differenza, che permette di far ottenere risultati diversi.

La centrifuga, è solita produrre succhi e concentrati, con una modalità che come dice il nome stesso, sfrutta la forza centrifuga. Il vantaggio di utilizzare questo sistema, è quello di garantirsi un bel succo di frutta o di verdure in tempi molto rapidi. Poiché grazie alla forza tagliente delle lame, qualsiasi ingrediente verrà trasformato velocemente.

L’estrattore, al contrario, non usa affatto delle lame, ma come vedremo, agirà attraverso una coclea, immaginatevi una sorta di trivella che ha lo scopo di schiacciare il frutto, e di ricavarne a freddo, i suoi succhi. Quale preferire dei due? A questa domanda, vi si risponderà col proprio gusto personale.

Quali sono le caratteristiche comuni di un estrattore di succo?

Avendo, per sommi capi, intravisto la differenza sostanziale tra un estrattore di succo e una centrifuga, concentriamo ora la nostra attenzione su come agisce e funziona nella fattispecie, un estrattore di succo.

L’estrattore di succo, ha lo scopo di ricavare da una certa pressione, il succo di frutta, verdura, frutta secca, ecc. La sua particolarità, è quella di non surriscaldare gli alimenti con la forza centrifuga, ma di estrarne il tutto a freddo. Così facendo, il succo non sarà soggetto all’ossidazione, non produrrà alcuna schiuma e potrà essere consumato anche a distanza di qualche minuto non perdendo il suo colore naturale.

Cosa osservare in un estrattore di succo?

  • Ingombro e struttura.
  • Peso.
  • Potenza in wattaggio.
  • Misure del tubo contenitore.
  • Capacità di estrazione.
  • Autonomia di lavoro.
  • Prestazioni.
  • Giri al minuto. 

Quali sono i migliori estrattori di succo?

Un buon estrattore di succo, funzionerà in modo lento e costante. Avete mai sentito il detto, chi va piano va sano e va lontano? Per gli estrattori di succo vige proprio questa regola! Estrarre lentamente i succhi dalla frutta o dalla verdura, favorirà il mantenimento delle proprietà benefiche di esse. I migliori, sono in grado di lavorare anche per ben 30 minuti continuati.

I prodotti di fascia alta, quindi a tutti gli effetti, indicati come i migliori estrattori in circolazione, vantano una velocità di rotazione tra i 40 ed i 60 giri al minuto. Mentre i modelli più economici, giungono anche agli 80100 giri. Contrariamente a quanto si possa pensare, più tale valore sarà basso, migliore sarà la qualità del succo estratto.

Accorgimenti per la scelta migliore

Se il desiderio, è quello di puntare a un prodotto di alta qualità, bisognerà necessariamente prestare attenzione alle specifiche tecniche del modello. Osservare i giri al minuto, la qualità e la forma della coclea e constatare il minutaggio di lavoro effettivo dell’estrattore. Più sarà lungo, migliore sarà il risultato finale.

Anche il brand ha un valore aggiunto. La Hurom spicca tra i marchi poiché leader nel settore della produzione degli estrattori di alta qualità, ma negli ultimi tempi, anche Philips, Imetec e Panasonic hanno garantito una produzione di estrattori estremamente validi. Un occhio di riguardo, andrà sempre dato alle fattezze dei materiali di costruzione. E infine, ma non per importanza, sarà essenziale scegliere un modello fornito di ottimi accessori.

Conclusioni

Per ottenere succhi di frutta e verdura, l’estrattore è di certo la scelta vincente. Le sue caratteristiche e la modalità di funzionamento, lo rendono la soluzione perfetta che non intacca le proprietà benefiche della frutta. Bisognerà inserire con cura gli ingredienti, assicurandosi di tagliarli in pezzi e il gioco è fatto! Ricordate che alcuni di essi, non potranno essere trattati, un esempio su tutti sono le banane.

A questo punto, la scelta passa a voi! Buon acquisto!

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
Migliori Estrattori di Succo