Dove conservare un estrattore di succo dopo l’utilizzo: consigli

Dopo aver usato l’estrattore di succo è buona abitudine riporlo in un posto sicuro per evitare che la struttura si rovini nel tempo. In questo breve articolo vi daremo qualche consiglio su dove conservare in modo impeccabile questo utilissimo elettrodomestico. Un’attenta manutenzione e qualche piccolo accorgimento vi saranno utili per avere sempre un macchinario funzionante e dalle buone prestazioni.

Lavare subito l’estrattore dopo l’uso

Come prima cosa dopo aver usato l’estrattore di succo è sempre consigliabile lavarlo immediatamente. Come mai? Bisogna tenere presente che questo è l’unico metodo per evitare che la frutta o la verdura frullata al suo interno possa seccarsi e diventare difficile da rimuovere in un secondo momento. Capita spesso, infatti, di utilizzare questo macchinario e di pulirlo dopo molte ore, o addirittura a fine giornata, e di ritrovarsi poi a dover perdere molto tempo a ripulire il filtro e con il rischio che la pulizia non sia soddisfacente.

Se il filtro non viene pulito a dovere tenderà a ingolfarsi nel tempo, con la conseguenza di avere delle prestazioni sempre più limitate dal punto di vista dell’estrazione del succo.

Un consiglio che possiamo darvi, dunque, è quello di rimuovere la polpa residua nel filtro con un fazzoletto o uno scottex, da buttare poi nel secchio della spazzatura. In seguito basterà smontare l’estrattore nei suoi componenti e passarli sotto l’acqua corrente e con l’aiuto di una piccola spazzolina eliminare ciò che resta. Bisogna sapere che molti estrattori di succo possono essere lavati anche in lavastoviglie, ovviamente non il vano che contiene il motore. Affinché ciò sia possibile basta leggere le istruzioni contenute nella scatola di acquisto e assicurarsi che sia possibile il lavaggio in lavastoviglie.

Lavare subito l’estrattore dopo l’uso è un ottimo modo per mantenere sempre ben pulita la struttura del macchinario e evitare che nel tempo possano accumularsi piccoli residui di frutta e verdura che non siamo riusciti a eliminare.

Grazie a questo piccolo accorgimento con pochissimi minuti avrete un estrattore pulito senza troppa fatica.

Riporre la struttura in uno spazio sicuro

Un consiglio per conservare il vostro estrattore di succo è quello di riporre la struttura in un posto sicuro della cucina.

Se utilizzate continuamente questo elettrodomestico può essere utile sistemarlo in un punto che consenta di poterlo usare in qualsiasi momento e in tutta comodità. A seconda del design del macchinario potete collocarlo in un angolo se la struttura è piccola e compatta, diversamente se si tratta di un estrattore ingombrante può essere utile sistemarlo su un piano di appoggio più ampio e soprattutto ben stabile.

Vi consigliamo di posizionare l’estrattore lontano dai fornelli o da fonti di calore, specialmente se la struttura è in plastica. Una piccola disattenzione può provocare dei danni importanti.

Rimettere l’estrattore nella confezione

Se invece l’utilizzo che fate dell’estrattore non è molto frequente, può essere più pratico riposarlo nella confezione di acquisto. Moltissime persone mantengono la scatola per poterla utilizzare come contenitore per conservare l’estrattore in cantina, nel ripostiglio, oppure in un angolo della casa.

Dopo aver usato l’estrattore e averlo lavato accuratamente, vi consigliamo di smontare la struttura e di avvolgere con cura il cavo di alimentazione. Può essere utile proteggere l’estrattore con un panno morbido e sistemarlo in questo modo nella scatola, per evitare che si depositi la sporcizia al suo interno.

Affinché l’estrattore venga conservato alla perfezione, la scatola deve essere ben chiusa per assicurarsi che la polvere o altri elementi non entrino in contatto con l’elettrodomestico. Una volta riposto nella scatola vi consigliamo di non collocarla in spazi esterni ma di mantenerla all’interno della casa o comunque in un ambiente al chiuso, per evitare che la scatola possa ammuffirsi con l’umidità.

Back to top
menu
Migliori Estrattori di Succo